martedì 22 marzo 2011

Tipicità archivia la 19^ Edizione

Tre giorni in località Girola a Fermo (19/20/21marzo) fitti di appuntamenti, convegni, degustazioni. Per promuovere l’immagine del territorio e le sue tipicità.
Nei 6000 mq. messi a disposizione di pubblico ed addetti ai lavori, gli spazi riservati all’Enoteca delle Marche hanno visto i rappresentanti delle varie associazioni e gruppi editoriali di settore (Ais,Aibes,Fisar,Onav,Slow Food,Gambero Rosso) alternarsi in degustazioni dai risvolti sia didattici che pratici.
Lunedì 21 marzo degustazione guidata alla scoperta della futura Docg Offida, a cura della Sommmelier Valeria Cesari.

In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale prevista per la metà di aprile del disciplinare di produzione della nuova Docg, in modo ufficioso si possono comunque avere già da ora alcune linee guida dell’articolato.
La nuova Docg prevederà: Offida Passerina, Offida Pecorino, Offida Rosso. Dovrebbero rimanere fuori: Passerina passito, vin santo e spumante.
Viene rivista la percentuale di Montepulciano nell’Offida Rosso, da 50% a 85% come minimo (ponendosi in questo modo l’obiettivo di maggiore tipicità e legame col territorio).
Viene elevato il titolo alcolometrico minimo della Passerina.
Viene di molto ristretta l’area di vinificazione ed affinamento rispetto alla precedente (in pratica corrispondente all’intera provincia di Ascoli Piceno). Ora comprende soltanto il territorio amministrativo di una quindicina di comuni a stretto ridosso di Offida.
Cambiano in senso restrittivo le disposizioni in materia di resa quintali/ettaro e uva/vino.
Nell’occasione sono stati messi in degustazione tre vini rappresentativi della Doc Offida attualmente in commercio.

Offida Passerina ’10 dell’Azienda Cantina di Offida: giallo paglierino abbastanza scarico; discreta intensità di profumi giocata su note floreali e di frutta bianca fresca; al palato è morbido di bella freschezza e sapidità; la carica aromatica presente all’olfattiva, nella fase successiva viene un po’ schiacciata dalla componente alcolica.
Offida Pecorino Le Merlettaie ’09 dell’Azienda Ciù Ciù: giallo paglierino più carico rispetto al precedente; con riflessi quasi dorati; già in fase olfattiva si delinea la sostanza minerale asse portante del vitigno; al palato coniuga bene sapidità, note floreali e di frutta a pasta gialla ed esotica; carica alcolica e mineralità dovrebbero garantire positiva evoluzione futura.
Offida Rosso Esperanto ’05 dell’Azienda Ciù Ciù: rosso granato scuro, concentrato, con sfumature rubino; bella verticalità olfattiva giocata su note fruttate non del tutto mature di fragoline di bosco, ribes, leggera speziatura e nota di cioccolato fondente in sottofondo; al gusto si mescolano sensazioni vegetali e fruttate; ancora giovane e in via di evoluzione, ma di grande prospettiva futura.

video

giovedì 10 marzo 2011

Tipicità 2011 a Fermo

La diciannovesima edizione di Tipicità è in programma a Fermo, località Girola, dal 19 al 21 marzo.
Vetrina delle eccellenze made in Marche e grande contenitore di eventi.
Degustazioni guidate, banchi d’assaggio di vini ed olio extravergine d’oliva, dimostrazioni dal vivo realizzate da professionisti del settore, incontri con la cucina di altri territori e un intenso programma congressuale. Tutto ciò all'interno dei 6000 mq di padiglioni espositivi.



Nella grande Enoteca Regionale gestita dai Consorzi di Tutela (quest'anno divisa in due spazi: area didattica e area degustazione), allestita nel cuore del padiglione espositivo, l’Associazione Sommelier AIS Marche è protagonista con una serie di iniziative.
19 marzo 16.30
Presentazione 2000Vini conduce Somm. Claudio Giacomini curatore della guida Le Marche da Bere.
19 marzo 19.30
Il prestigio delle DOCG: Conero e Serrapetrona. Conduce Somm. Prof. Stefano Isidori.
20 marzo 12.30
Bollicine Marchigiane. Conduce Somm. Prof. Stefano Isidori.

20 marzo 19.00
Il prestigio delle DOCG: Castelli di Jesi e Matelica. Conduce Somm. Prof. Cesare Lapadula.
21 marzo 19.00
Alla scoperta della futura DOCG: OFFIDA. Conduce Somm. Valeria Cesari.

La Giornata del Sommelier AIS a Tipicità è per lunedì 21 marzo; questo il programma:
Ore 10:00 presso aula convegni:
Convegno AIS, dal Metodo Scacchi al Metodo Classico: l’evoluzione delle Bollicine.
Conduce Gualberto Compagnucci direttore Sommelier Marche Magazine.
Saluti: Domenico Balducci Presidente AIS Marche
Interventi: dott. Pietro Guidarelli ideatore progetto recupero Metodo Scacchi; dott. Francesco Sbaffi enologo responsabile progetto recupero Metodo Scacchi; dott.ssa Paola Cocci Grifoni enologa produttrice di metodo Martinotti nelle Marche; dott.ssa Angela Velenosi produttrice di metodo Classico nelle Marche; dott. Fabrizio Maria Marzi enologo produttore di metodo Classico in Oltrepò Pavese; dott. Andrea Fraboni Capo Redattore Corriere Adriatico; dott. Alberto Mazzoni direttore IMT Marche.

Ore 12.00 presso Teatro dei Sapori:
Le Bollicine a Confronto: dal Metodo Scacchi al Metodo Classico passando da Martinotti.
I posti sono limitati, è obbligatoria la prenotazione al 338 5717229 – ore pasti.


Ore 13.30 presso il Ristorante Helios - via Faleriense Monte Urano.
Pranzo Sociale AIS.
Obbligatoria la prenotazione (338 5717229 – ore pasti). Contributo da versare direttamente al ristorante: 15,00 euro per i soci; 25,00 euro per i non soci.

Ore 16.30 presso “Il teatro dei sapori”
Verdicchio & Co. Vini a tonalità verde, per scoprire le altre realtà.
I posti sono limitati, è obbligatoria la prenotazione al 338 5717229 – ore pasti.

Info e programmi dettagliati: http://www.tipicita.it/

martedì 8 marzo 2011

Vinitaly 2011 in pullman gran turismo

Agenzia Piergallini Viaggi e Turismo S.n.c. in collaborazione con A.I.S. Associazione Italiana Sommeliers Delegazione di Fermo, organizza viaggio di due giorni al Vinitaly: sabato 9 - domenica 10 aprile.
Quota di partecipazione in mezza pensione: € 145.

Programma della due giorni veronese.
Primo giorno: Sabato 9 Aprile 2011.
Partenza: ore 4,35 San Benedetto del Tronto (area La Sosta nei pressi casello autostradale); ore 5,00 Pedaso (Distributore Agip); ore 5,10 Porto S. Giorgio (Bar Italia); ore 5,25 Porto S. Elpidio (Piazza Garibaldi); ore 5,40 Civitanova Marche (Distributore Shell nei pressi casello autostradale); ore 5,55 Porto Recanati (casello autostradale); ore 6,15 Ancona (casello autostradale Ancona Nord); ore 6,30 Marotta (casello autostradale); ore 6,40 Fano (casello autostradale); ore 6,55 Pesaro (casello autostradale).
Arrivo alla Fiera di Verona intorno alle 10,30. Intera giornata libera. Pranzo libero.
Nel pomeriggio ritrovo dei partecipanti e trasferimento verso l'Hotel prenotato nei dintorni di Verona. Sistemazione nelle camere riservate. Cena. Pernottamento.
Secondo giorno: Domenica 10 Aprile 2011.
Dopo la prima colazione in Hotel, trasferimento alla Fiera di Verona. Intera giornata libera. Pranzo libero. In alternativa possibilità di visitare liberamente il centro di Verona. Nel pomeriggio ritrovo dei partecipanti ed inizio del viaggio di ritorno con sosta in autogrill per la cena libera ed arrivo previsto nelle varie località di partenza nella tarda serata.
Quota individuale di partecipazione.
La quota comprende: viaggio in pullman; sistemazione in Hotel di categoria 3 stelle in camere doppie o triple con servizi privati; possibilità di richiedere camera singola all'atto della prenotazione (supplemento € 30); trattamento di mezza pensione, comprendente la cena del primo giorno e la prima colazione del secondo.
La quota non comprende gli ingressi al Vinitaly (€ 45 al giorno, ingresso vietato ai minori).
Per info e prenotazioni: Agenzia Piergallini Viaggi e Turismo S.n.c. - Pedaso (FM), via Mazzini 19, tel. 0734 931823 - Porto Sant'Elpidio (FM), via Umberto I 507, tel. 0734 877192
http://www.piergalliniviaggi.it/

domenica 6 marzo 2011

San Patrignano tra Vini e Formaggi

Incontro tra la Comunità di San Patrignano fondata da Vincenzo Muccioli e il territorio marchigiano, svoltosi a Fermo venerdì 4 marzo 2011.
La serata organizzata dall’AIS Marche delegazione di Fermo, ha avuto come degna cornice i locali caratteristici e raffinati del Ristorante 180°Gradi in via Montani 10.

In degustazione formaggi, vini e dolciumi prodotti nella Comunità di Coriano di Rimini.
Già nell’atto fondativo della Comunità, l’elemento "lavoro" costituì la mission; poichè strumento di riscatto sociale, utile per superare i disagi legati alla tossicodipendenza.
Partendo da questo input iniziale, la Comunità stessa, anche avvalendosi di professionalità e collaborazioni esterne, è stata in grado nel corso degli anni di ritagliarsi uno spazio significativo nel comparto agroalimentare italiano, sia per quanto riguarda i volumi prodotti che per la qualità complessiva.
Ora all’interno della Comunità esiste una vera e propria Azienda Agricola Multifunzionale divisa in settori specifici.
1)La Latteria: i formaggi di San Patrignano da latte bovino, ovino e caprino degli allevamenti della Comunità, prodotti con lavorazione e stagionatura completamente naturali.
2)La Norcineria: l’allevamento suinicolo nasce intorno ai primi anni ’80 ed è ora impegnato nel recupero e valorizzazione della razza Mora Romagnola.
3)L’Arnia: progetto di apicoltura per la produzione di miele di acacia, millefiori e castagno.
4)Il Frantoio: due gli oli prodotti, il Paratino e l’Evo, entrambi da cultivar autoctone come Moraiolo, Correggiolo e Rossina, provenienti da due diverse aree di coltivazione.
5)Il Forno: dolci, pani ed altre specialità tutte prodotte solo con lievito naturale nato dall’acidificazione di un impasto di acqua e farina alimentato quotidianamente.
6)La Cantina: 110 ettari di superficie vitata a circa 200 metri sul livello del mare, nel terroir della collina riminese.

Nel corso della serata Stefano Mastrominico, responsabile commerciale, enoagroalimentare e della distribuzione per la regione Marche, ha illustrato mission, prospettive, difficoltà presenti nel mercato e impostazione produttiva attenta alla naturalità e al biologico dell’Azienda Agricola riminese. Mentre Stefano Isidori in qualità di Delegato AIS Marche per la provincia di Fermo, ha fatto da padrone di casa, dando il benvenuto e guidando la degustazione vini.

Quattro i vini presentati.
1)Rubicone igt bianco Aulente ’10; alcool 13%; circa € 7; da uve Sauvignon e Chardonnay. Paglierino limpido; leggera erbetta aromatica; frutta gialla ed esotica; buona sapidità; fine e delicato. Voto 7,5.
2)Rubicone igt rosso Aulente ’09; alcool 14%; circa € 7; da uve Sangiovese. Rosso rubino piuttosto luminoso; tipico nei profumi floreali di violetta e fruttati di ciliegia; corrispondenza gustolfattiva e bella acidità che giova alla piacevolezza; affinato per 3 mesi in legno grande.
Voto 7.
3)Sangiovese di Romagna superiore riserva doc AVI ’06; alcool 13,5; circa € 20; nome in etichetta dedicato al fondatore Vincenzo Muccioli; premiato con i 5 grappoli AIS. Macerato sulle bucce per 15 giorni; affinato in legno grande; consistente e concentrato; leggermente fruttato; rimangono le note floreali tipiche del Sangiovese, ma in appassimento; bella verticalità olfattiva non completamente corrisposta al palato, dove evidenzia un limite strutturale; non molto persistente. Voto 6,5.
4)Colli di Rimini doc Montepirolo ’05; alcool 14,5%; circa € 20; da uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot; premiato con i 5 grappoli Ais. Cru aziendale, porta infatti il nome del vigneto di provenienza delle uve; vinificazione separata delle uve con macerazione sulle bucce per 18-20 giorni; affinamento in barrique e assemblaggio prima dell’imbottigliamento; grande struttura e concentrazione; note olfattive intense e complesse che necessitano di opportuna ossigenazione per esprimersi al meglio; tipiche sensazioni erbacee di fieno e peperone si evidenziano nette; leggera nota di caffè in sottofondo; pastoso e persistente. Voto 8.

Per la reperibilità prodotti, fare riferimento a Stefano Mastrominico.
email: smastrominico@sanpatrignano.org - mob. 331 6099640 - fax 0734 221708
Oppure direttamente presso l’Azienda Agricola della Comunità in via San Patrignano 53,
47853 Coriano (RN) - tel. 0541 362362 - fax 0541 756718 - http://www.sanpatrignano.org/?q=node/3078